R:.L:. ARIUAN n. 30 ORIENTE DI ROMA

R:.L:. ARIUAN n. 30 – Oriente di ROMA

 

ariuan immagine

 

Il significato della parola ÁRIUAN, nome della Loggia

Nella scelta del nome  ci siamo ispirate all’opera di Fulcanelli “Il mistero delle cattedrali” e qui di seguito ne riportiamo i passi che argomentano i molteplici significati  del nome scelto.

Il labirinto delle cattedrali o labirinto di Salomone è, ci dice Marcellino Berthelot , “una figura cabalistica che si trova anche sul frontespizio di alcuni manoscritti alchemici e che fa parte delle tradizioni magiche attribuite a Salomone. E’ una serie di cerchi concentrici, interrotti in certi punti, in modo da formare un percorso bizzarro e inestricabile “.

L’immagine  del labirinto ci si offre dunque come emblema dell’intero lavoro dell’Opera , con le sue due maggiori difficoltà: quella della strada da seguire per raggiungere il centro- nel quale si scatena il duro duello delle due nature – e l’altra quella della strada che l’artista deve seguire per uscirne. A questo punto ha bisogno del filo di Arianna se non vuole vagare tra i meandri dell’opera senza riuscire a scoprire l’uscita.

Non è nostra intenzione scrivere , come fece Batsdorff, uno speciale trattato per insegnare che cos’è il filo d’Arianna  che permise a Teseo di compiere la sua impresa. Ma appoggiandoci alla cabala speriamo di fornire agli investigatori sagaci alcune precisazioni sul valore simbolico del famoso mito.

Arianna è una forma di airagne (ragno), per metatesi della i. In spagnolo la ñ si pronuncia gn; Άράχνη (araignée, araigne) si può dunque leggere arahné , arahni, arahgne. La nostra anima non è forse il ragno che tesse il nostro corpo? Ma questa parola richiede ancora altre derivazioni. Il verbo αίωρ significa prendere, cogliere, trascinare, attirare: da esso deriva αίρην, ciò che prende, attira, coglie. Quindi αίρην è la calamita, la virtù rinchiusa in quel corpo chiamato dai saggi: nostra magnesia.  Proseguiamo. Nel dialetto provenzale il ferro è chiamato aran e iran secondo le varie inflessioni. È l’Hiram massonico, il divino Ariete, l’architetto del Tempio di Salomone. I felibri chiamano il ragno aragno e iragno e anche airagno; i piccardi  aregni . Accostate tutte queste parole al greco Σίδηροç, ferro e calamita. Questa parola ha ambedue i significati. E non è tutto.  Il verbo άρύω significa l’alzarsi di un astro che esce dal mare: da esso deriva αρυαν (aryan), l’astro che esce dal mare , che sorge; αρύαν o ariane è quindi l’Oriente, per la permutazione delle vocali. Inoltre, άρύω ha anche il significato di attirare; quindi αρύαν è anche : calamita. Se ora esaminiamo  Σίδηροç da cui deriva il latino sidus, sideris , stella, riconosceremo il nostro aran, iran, airan provenzale, il greco αρυαν, il sole sorgente.  Arianna, ragno mistico, fuggita da Amiens ha lasciato sul pavimento del coro soltanto la traccia della sua tela…

Ricordiamo rapidamente che il più celebre dei labirinti antichi, quello di Cnosso a Creta, che fu scoperto nel 1902 dal dottor Evans di Oxford , era chiamato Absolum. A questo punto faremo notare che questa parola è assai vicina a quella di Absolu, nome con il quale gli antichi alchimisti indicavano la pietra filosofale.

La Loggia Ariuan ha alzato le  colonne nel 2013 raccogliendo Sorelle di altre città italiane e di altri paesi europei, che con grande determinazione e volontà hanno scelto di percorrere lo stesso cammino.

Con grande gioia di tutte, nel 2018 alcune Sorelle della Loggia hanno dato vita alla R.L. Diotima all’Or. di Foggia.

Altre Sorelle, della R.L. Ariuan stanno lavorando al Triangolo La Fenice con l’obiettivo di fondare la prima Loggia della nostra Obbedienza a Napoli.

Contatti: ariuan@granloggiafemminile.it