R:.L:. ESPERIA n. 22 ORIENTE DI AREZZO

TESTATINA VOLTA STELLATA

Medaglia Esperia

 

R:.L:. ESPERIA
ORIENTE DI AREZZO

Il significato del nome

Esperia era una ninfa della mitologia greca, una delle cinque Esperidi, chiamate anche “figlie della notte”.
Questa meravigliosa ninfa viveva con le sue sorelle nell’estremo occidente del mondo, oltre i confini della terra abitata, e lì possedevano un giardino ove avevano il compito di custodire il prezioso albero che dava mele d’oro.
Esperia viene così collegata al tramonto, e, custode di oggetti magici, i pomi d’oro appunto viene associata a dei riti segreti che si tenevano al sopraggiungere della sera.
Ma è anche associata alla undicesima fatica di Ercole, il cui premio finale dell’operosità compresa e trascesa sono i pomi d’oro, simbolo dell’illuminazione.
Per comprendere e superare le prove della vita, impariamo a sviluppare senza scoraggiamento zelo, entusiasmo, ottimismo, fede e devozione; impariamo ad usare il discernimento e senza troppa fretta sviluppiamo la pazienza e la perseveranza.
Questo è il preludio della fatica e le armi che ogni aspirante discepolo deve avere in dotazione per avere il privilegio di bussare alle porte del Tempio Massonico.
E come disse Esperia a Ercole: “Va e servi, e d’ora innanzi e per sempre calcola la via di tutti i servitori del mondo”.

La nostra storia

Il 1 Ottobre 2004 sono state innalzate le colonne della Rispettabile Loggia Esperia all’Oriente di Arezzo e le Ë stato attribuito il n∞22 nell’elenco cronologico delle Logge della G.L.M.F.I.
La Loggia Esperia per gemmazione ha dato vita alla Loggia Antigone all’Oriente di Roma nel Giugno 2014, ma nonostante la lontananza di alcune Sorelle, possiamo dire che la Nostra Loggia esiste e sussiste grazie all’impegno e al lavoro collettivo di tutte le Sorelle che Vi appartengono.

I nostri obbiettivi

Come abbiamo visto il trascendere è una facoltà antica, cioè una facoltà peculiare dell’essere uomo e la trascendenza è intrinseca all’uomo; quindi quando si è pervenuti alla consapevole scoperta che esistono leggi di armonia universale, ci si può domandare come è possibile applicarle per un perfezionamento umano e spirituale.
La peculiarità della Massoneria deve essere ricercata nel metodo, negli strumenti e nei valori che adotta per il conseguimento di questi obbiettivi.
E come in tutti i cammini iniziatici, l’importante non è raggiungere la meta, bensì il cammino stesso.

Contatti: esperia@granloggiafemminile.it